La pedana stabilometrica è uno strumento riabilitativo di training e di valutazione costituito da una pedana statica o dinamica, collegata ad un monitor, sulla quale l’utente mantiene la posizione eretta.
La pedana stabilometrica valuta i principi che condizionano la vita quotidiana:
La STATICA: la base del movimento, il punto di partenza che condiziona i gesti dinamici.
La DINAMICA: qualsiasi movimento, azione psicomotoria volontaria, eseguita per realizzare uno scopo.
I vantaggi di questo strumento consistono in una stimolazione delle capacità di percepire la posizione del corpo nello spazio, dell’equilibrio e dell’uso coordinato di entrambi gli arti inferiori. Lo strumento è in grado di migliorare la core stability, ovvero il controllo motorio posturale.
L’indicazione terapeutica riguarda la gran parte della sfera riabilitativa: in ambito ortopedico (caviglia, ginocchio, anca, rachide) e in quello neuro-motorio (controllo posturale globale, riabilitazione periferica del paziente neuroleso).
Nei soggetti anziani è molto utile per prevenire il rischio di caduta.

Tutte le apparecchiature per le rieducazioni strumentali, altamente sofisticate, oltre al vantaggio terapeutico permettono, mediante sofisticati sensori e software dedicati, di monitorare e di valutare il pre e il post ricondizionamento e di valutare oggettivamente i miglioramenti raggiunti.