Una prima visita dietologica prevede: anamnesi alimentare, analisi del diario alimentare, misurazione dei parametri antropometrici e impostazione di una dieta specifica e personalizzata.
Ciò può avvenire a scopo estetico, per la pratica di sport, in gravidanza e allattamento e nelle seguenti patologie: sovrappeso e obesità, indicazione alla chirurgia bariatrica, disturbi del comportamento alimentare (anoressia nervosa, bulimia) diabete, dislipidemie, iperuricemie, tireopatie, ipertensione arteriosa, insufficienza renale, disturbi gastroenterologici (gastriti, reflusso gastroesofageo, malattie infiammatorie intestinali, colon irritabile, steatosi epatica, celiachia) e sindromi allergiche.
Le visite di controllo sono orientate a: valutazione dell’adesione allo schema alimentare, rinforzo e motivazione del paziente, eventuale prescrizione di terapia integrativa.